Documento senza titolo

Torna lo spettacolo multivisivo "Torino: storia di una città" a Palazzo Madama

Da venerdì 24 febbraio, nella Corte medievale di Palazzo Madama, riprende “Torino: storia di una città”, lo spettacolo multivisivo di MuseoTorino, il museo online della città, a cui, tra marzo e novembre 2011 hanno assistito quasi 250.000 mila persone.

Torino: storia di una città

è un allestimento museale, ospitato in un luogo simbolo di Torino, Palazzo Madama, che più di ogni altro concentra in sé la testimonianza della storia della città; è un museo, un nuovo modo di essere museo oggi. É la rappresentazione museale della città che, con i suoi luoghi e spazi, ne costituisce la collezione; è una multivisione, un racconto per immagini, un viaggio nel tempo, un’esperienza immersiva e coinvolgente, per scoprire nella città presente la sua storia; è uno spettacolo presente in forma di mostra storica permanente nel sito www.museotorino.it.

Lo spettacolo dura 25 minuti e viene ripetuto più volte al giorno. Orari: martedì-sabato 10-18; domenica 10-20; lunedì chiuso. L’ingresso è libero.

Il racconto

Il primo tempo del racconto ha inizio prima della città, quando il territorio dove oggi sorge Torino è ancora sommerso dal mare sino a quando, con il passare dei millenni, assume la morfologia attuale. La multivisione prosegue scandita nei tempi della città antica, medievale, moderna e contemporanea. La narrazione è punteggiata dalle date individuate come significative per ogni periodo storico e segue un ritmo variabile in funzione dei mutamenti storici, urbanistici e architettonici della città. La forma, la struttura e le dimensioni della città sono comunicate dalle piante di Torino delle diverse epoche, poste a confronto con quella della città attuale e integrate con dati sulla popolazione. I mutamenti della sua fisionomia nel tempo sono evidenziati attraverso le immagini dei luoghi della città presente rappresentativi di ciascun momento della sua storia.

La multivisione

Lo spazio è trattato come una scena teatrale. Oscurata la sala, dodici ‘quinte’ autoportanti formano la scena dove sono proiettate le immagini che mostrano la Torino contemporanea ‘resistita’ ai tempi passati. L’allestimento è stato pensato e creato per permettere non solo la migliore resa per la multivisione, ma anche, a fine proiezione, di poter di rivedere la Corte medievale e apprezzane l’architettura e le tracce di storia che essa conserva. Le immagini video dialogano con fotografie proiettate al centro della sala su un solido sospeso. A terra, le planimetrie della città nei secoli si succedono al ritmo della visione della città con le immagini degli schermi. Un sistema audio spazializzato rende possibile un sound design immersivo. Brevi testi - in italiano, francese, inglese – scandiscono il racconto, integrando le immagini con riferimenti essenziali alla storia di Torino.

ULTIMI ARTICOLI

Non credi a Torino Misteriosa? Per te, il Tour del CICAP
22-06-2012

I Corsi di Kosmos Adr, un'opportunità per pensare al futuro
18-05-2012

Festa della Mamma, spedisci gratis il tuo fiore!
10-05-2012

Un buono da 25 euro riservato ai curiosi di TC
27-03-2012

Aperte le iscrizioni per il Corso di Formazione per Mediatori
23-03-2012


archivio articoli

il nostro commento

Per informazioni: Tel. 011 4434406 www.museotorino.it, info.museotorino@comune.torino.it
(c)TorinoCuriosa 2006. E' vietata la riproduzione, anche parziale, del materiale presentato.